.
Annunci online

FriendsofISRAEL
Amici di Israele
politica estera
29 maggio 2009
Obama fuorilegge

da PMW - 25 Maggio 2009

Palestinian Media Watch ha diffuso un importante articolo pubblicato dal Jerusalem Post il 25 maggio, in vista del prossimo incontro tra i presidenti Obama e Mahmoud Abbas. Esiste una legge americana (2008 Foreign Operations Bill Sec. 657.B-C.1) che non permette agli USA di assistere in alcun modo chiunque, nella West Bank come a Gaza, onori coloro che hanno commesso atti di terrorismo. Il presidente Obama, e con lui il Congresso, intende concedere all'Autorità palestinese, della quale Abbas è il leader, 900 milioni di dollari. Il Jerusalem Post ha voluto ricordare a colui che è reduce da un incontro col primo ministro israeliano, che Abbas non può ricevere questi aiuti dagli USA, e proprio in base alla legge americana. Infatti Abbas ha inaugurato un centro informatico dedicato "al martire Dalal Mughrabi"; è opportuno ricordare che questo martire è il colpevole del più sanguinoso attentato compiuto in Israele, nel 1978, che ha ucciso 37 civili, tra i quali 12 bambini, e anche un cittadino americano (sarà il caso che il presidente ed i congressisti abbiano ben presente almeno questo fatto!). E a questo assassino di nome Mughrabi l'Autorità palestinese ha già intitolato anche un campionato di calcio, un campo estivo ed un party per studenti meritevoli. E, tanto per essere più chiaro su quel che pensa, il presidente Abbas ha fatto programmare, dalla sua televisione, un programma celebrativo di questo attentato, definito "una delle operazioni più importanti ed eminenti, eseguita da un gruppo di eroi e guidata dall'eroico combattente Dalal Mughrabi" (trasmissione dell'11 marzo scorso della TV della PA). Sarà poi bene che Obama non creda alle vane promesse delle quali Abbas è sempre stato gran dispensatore. Nel 2004 gli USA gli diedero 400.000 dollari per costruire un campo di calcio dedicato a Salakh Khalaf. Quando Palestinian Media Watch fece osservare che Khalaf era uno dei terroristi che uccisero 11 atleti alle olimpiadi di Monaco, gli USA chiesero ad Abbas di scusarsi e di cambiare nome al campo di calcio. Ma il nome non venne mai cambiato. Identico iter nel 2002 per una scuola per ragazzine, creata con denaro americano e dedicata al martire Mughrabi. Abbas promise, nel giro di 24 ore, di cambiare nome. Ma poi se ne dimenticò, e la scuola porta tuttora il nome del terrorista. Il Segretario di Stato Hillary Clinton conosce a fondo questo problema, per averne, tra l'altro, discusso in una recente audizione. Vedremo che cosa succederà durante questo incontro tra i due presidenti, al quale collaborerà anche la Clinton. Ma se questo problema non verrà affrontato e risolto una volta per tutte, Obama darà una nuova ragione di seri, gravi dubbi sulle sue reali intenzioni a coloro che già dubitano per le sue recenti mosse. Ma la legge americana, negli USA, si dovrebbe applicare anche agli atti del presidente e del Congresso.




permalink | inviato da Giuseppe D. il 29/5/2009 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte